Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T

N.B.: i capitoli cliccabili si riferiscono a "L'Evangelo..."; i numeri fra parentesi al "Poema..."

Il primo numero si riferisce al volume, il secondo al capitolo.


i Gabaon: significa "luogo elevato" a 9 km a nord di Gerusalemme. Abitanti o indigeni: la donna di Joachim che vede guarire suo figlio muto. Daniel agricoltore. Il vecchio capo della sinagoga. Gesù vi riceve un'accoglienza favorevole e fa l'elogio della Sapienza. “Quando il padre mi fa trovare un luogo di pace, io gioisco e benedico mio Padre, ma non è per questo che sono venuto". 8.517 (7.214) Altre citazioni nell'opera: 8.515 (7.212) - 8.516 (7.213) - 8.517 (7.214)
i Gadara: città termale della Decapoli. Abitanti: Mario Severo, l'ufficiale romano, avvisa Gesù che lo hanno denunziato per sedizione; Costanzo, un ozioso; Anna d'Ismaele, una famiglia provata da uno posseduto che Gesù libera 4.269 (4.132). Discorso sull'indissolubilità del matrimonio 5.357 (5.47).
i

Galgala: luogo dove Israele, al termine del suo esodo, passa il Giordano sull'asciutto per la preghiera di Giosuè. Dodici pietre, che rappresentano le dodici tribù di Israele vi sono state innalzate in memoriale (Giosuè cap. 3 e 4). È una città ordinaria della Palestina, abbastanza popolata, situata su una collina poco elevata, coperta soprattutto di viti e di ulivi. Vicino al deserto. Abitanti o indigeni: Ogla il mendicante omicida. "Durissimo è Israele col suo Signore!"

Dove se ne parla: 6.387 (6.77) - 8.540 (7.237)

i

Gamala: Città della Decapoli. Di fronte a Tiberiade. Da non confondere con Gamala di Giudea, luogo di residenza abituale di Gamaliele. Il nido d'aquila da cui sono precipitati i porci. Bella città che dispone di un panorama unico sul lago di Tibériade e i suoi dintorni. Di fronte al febbrile lavoro di fortificazione Gesù sviluppa il pensiero della vera difesa contro le sventure dell'uomo: "Non arma contro arma, difesa contro offesa, non orgogli, non ferocia, ma armi soprannaturali, ma virtù conquistate nella solitudine, ossia nell'interno dell'individuo...

Abitanti o nativi: Marco di Giosia il posseduto di Gerasa – Demetrio di Sidone, l’altro posseduto – Tito e Publio Corfinius, le guardie delle ciurme - un abitante che porta a Bozra un bambino colpito da una mucca furiosa 4.293 (4.157). Discorso sulla misericordia verso gli schiavi 7.455 (6.147). La chiesa è affidata a Maria 7.455 (6.147). Altre citazioni in: 3.186 (3.47) - 5.315 (5.3) - 5.354 (5.44) - 7.454 (6.146)

i

clicca per ingrandire

Genezaret, Lago di: Pesca miracolosa presso Cafarnao. Incontro con le navi romane di diporto e Maria di Magdala durante un tragitto da Cafarnao a Tiberiade. Tempesta sul lago sedata da Gesù 3.185 (3.45) . Burrasca che si scatena nei pressi del lago su Maria Vergine e la Maddalena in arrivo sulla strada verso Cafarnao. Gesù cammina sulle acque. Il lago nel tardo autunno. Pietro rischia di far rovesciare la sua barca presso Magdala. Altra pesca miracolosa nella parte sudorientale del lago prima della triplice professione d'amore di Pietro.

2.80 (2.44) - 2.158 (3.18)

Per saperne di più...

i

Gerasa: situata ai piedi del Monte Galaad. e a 30 km a est del Giordano, a metà strada tra il Mar Morto e il mare di Galilea. Da non confondere con Gamala, luogo di guarigione dei posseduti. Abitanti o indigeni: Calipio, il cammelliere di Ischilo; Marco di Giosia, il posseduto liberato dalla “legione" a Gamala. Questa località è segnata di un doppio enigma: La città di Gerasa, oggi Jérash in Giordania, è citata indirettamente nel vangelo. Per lo stesso episodio, l'espulsione dei demoni “legione" in un gregge di maiali, gli evangelisti parlano sia “del paese dei gadareni„ sia “del paese dei geraseni". Perché questa differenza? Gerasa è abbondantemente descritto in Maria Valtorta. Ma, quando scrive “il vangelo così come si lo è rivelato„ (1943-1945) non era in grado di descrivere così precisamente una città aggiornata ulteriormente dagli scavi archeologici.

È una coincidenza? Gerasa pone dunque un doppio enigma, una col Vangelo e l'altro con l'opera di Maria Valtorta. È il luogo dove Gesù annuncia “chi non è con me, è contro di me„ 4.288 (4.152.) Ascoltando le parole di Gesù, una donna grida: "Beato il seno che ti ha portato". Guarigione del malato di ulcere agli occhi; è presente Misace che chiede a Gesù: "Perché esigi tanta fede per fare miracolo?" "Perché la fede testimonia presenza di speranza e di amore in Dio". "E perché hai voluto prima il pentimento?" "Perché il pentimento fa amico di Dio". Altri riferimenti: 4.287 (4.151) - 4.289 (4.153) - 4.290 (4.154) - 7.497 (7.193)

 

i Gerghesa: paese sul bordo del lago di Tibériade. Abitanti o indigeni: Arria e Simeone, il marito violento al quale Gesù accorda la conversione, ma non la cura 7.458 (6.150). La riunione con i discepoli di Giovanni Battista: Perché i discepoli di Giovanni fanno grandi digiuni e i tuoi no? - Parabola del vino nuovo in otri nuovi 2.159 (3.19). Altre citazioni nell'opera: 1.062 (2.25) - 2.109 (2.76) - 3.162 (3.22) - 4.293 (4.157) - 7.442 (6.134) - 7.449 (6.141) - 7.450 (6.142) - 7.453 (6.145)
i Gerico: “la città più antica del mondo". Gesù vi incontra Zaccheo il gabelliere 6.417 (6.106). Vi predica la parabola del fariseo e del publicano 8.523 (7.220) e vi guarisce il cieco Bartimeo e il suo lavorante Uriel 9.580 (8.41). Altri personaggi: Anastasica (Rosa di Gerico); Diomede, il commerciante greco cui Giuda vende i gioielli di Aglae; Levi, il vecchio pubblicano pentito; Nike, la donna caritatevole; Salomon il traghettatore; Valente, il vecchio prossenèta romano; la bambina Fabia; un Mendico samaritano sulla via di Gerico. Dove ne parla l'opera: 2.082 (2.46) - 8.522 (7.219) - 9.566 (8.27) - 9.576 (8.37) - 9.578 (8.39) - 9.579 (8.40) - 9.581 (8.42) - 10.632 (10.18)
i

clicca per ingrandire

Gerusalemme: Yerouchalayim vuol dire "fondemento di pace". Fatti significativi: Presentazione di Maria 1.006 (1.9) presentazione di Giovanni Battista 1.025 (1.40) presentazione di Gesù 1.032 (1.53) Gesù dinnanzi ai dottori 1.041 (1.68) l'entrata trionfale (domenica delle Palme) 9.590 (9.9) l'ultima cena (eucaristia) 10.601(9.1). Abitanti o indigeni: Alessandro milite romano. Anna sommo sacerdote. Annalia. Caifa pontefice. Callascebona sinedrista. Canania scriba. Claudia moglie di Ponzio Pilato. Cusa intendente di Erode. Daniel agronomo parente di Elchia. Doras padre e figlio sinedristi. Elchia sinedrista. Eleazar figlio di Anna sommo sacerdote. Eleazar sinedrista buono. Eli-anna. Elisa. Erma allievo di Gamaliele. Erode Antipa. Felice fariseo. Gamaliele dottore della Legge. Giocana ben Zaccai scriba. Gioele di Abia. Gionata sacerdote patriarcale. Gionata ben Uziel sacerdote. Giosuè sinedrista. Giovanna di Cusa. Giovanni di Gaas. Giovanni sacerdote ex-lebbroso. Giuseppe d'Arimatea. Ismael ben Fabi fariseo. Mannaen fratello di latte di Erode. Marziale orfano romano. Matatia sinagogo siculo. Nahum fiduciario di Anna. Nathan vecchio ispirato. Nicodemo dottore della Legge. Plautina patrizia romana. Ponzio Pilato. Sadoc scriba d'oro. Samuele expromesso sposo di Annalia. Samuele discepolo di Gionata ben Uziel. Saul allievo di Gamaliele. Scialem nipote di Nahum. Sidonia il cieco nato. Simeone figlio di Gamaliele. Simone Boetos sinedrista. Stefano protomartire. Zaccaria levita buono. Zaccaria sacerdote e padre del Battista. Entrata dei pellegrini per la Pasqua.

Riferimenti in: 1.003 (1.3) - 1.006 (1.9) - 1.010 (1.16) - 1.012 (1.19) - 1.025 (1.40) - 1.032 (1.53) - 1.040 (1.67) - 1.041 (1.68) - 1.053 (2.16) - 1.054 (2.17) - 1.055 (2.18) - 1.066 (2.29) - 1.067 2.30) - 1.068 (2.31) - 1.069 (2.32) - 1.070 (2.33) - 1.072 (2.36) - 2.085 (2.50) - 3.197 (3.58) - 8.549 (8.10) - 9.582 (8.43) - 9.587 (9.6) - 9.588 (9.7) - La Settimana Santa : 9.589 (9.8) - 9.590 (9.9) - 9.591 (9.10) - 9.592 (9.11) - 9.593 (9.12) - 9.594 (9.13) - 9.595 (9.14) - 9.596 (9.15) - 9.597 (9.16) - 9.598 (9.17) - 9.599 (9.18) - La Passione : 9.600 (9.19) - 10.602 (9.21) - 10.604 (9.22) - 10.605 (9.24) - 10.607 (9.27) - 10.608 (9.28) - 10.609 (9.29) - 10.6010 (9.30) - 10.611 (9.31) - 10.612 (9.32) - 10.612 (9.33) - 10.614 (9.34) - 10.615 (9.35)
Le domenica dellaa Resurrezione: 10.616 (10.1) - 10.616 (10.2) - 10.617 (10.3) - 10.618 (10.4) - 10.619 (10.5) - 10.621 (10.7) - 10.622 (10.8) - 10.623 (10.9) - 10.624 (10.10) - 10.626 (10.12) - dalla Resurrezione all'Ascensione: 10.627 (10.13) - 10.628 (10.14) - 10.629 (10.15) - 10.630 (10.16) - 10.631 (10.17) - 10.633 (10.19) - 10.638 (10.23) - 10.639 (10.24) - 10.640 (10.25) - 10.641 (10.26) - 10.642 (10.27)

i

Giscala: Questo centro rabbinique è il luogo di sepoltura di Rabbi Hillel. I suoi insegnamenti liberali hanno influenzato durevolmente il giudaismo. Rabbi Shammai, il suo contemporaneo e contraddittore, è sepolto in prossimità. Un po'più lontano, a Méron, si trova la tomba del Rabbi Shimon Bar Yochai e del figlio, Eléazar, figura eminente del primo secolo.

Abitanti o indigeni: Gesù con Gamaliele alla tomba di Hillel. Sadoc, lo scriba d'oro, inveisce contro Gesù, gli lancia un sasso e lo colpisce alla mano. Profetizza allora le sue mani trapassate. 5.340 (5.28). Nei pressi di Giscala incontro con una vecchietta, alla quale Gesù parla dei doveri fra suocera e nuora 7.470 (7.164). Nella stessa regione verso l'odierna Sasa, il primo incontro di Gesù con il levita Barnaba,che gli resta vicino. Gesù lo prega di voler portare l'orfano della madre lapidata (per la quale Barnaba era stato inviato dai farisei di Giscala a interrogare Gesù) a Cafarnao affidandolo in Suo nome a Sara di Afec ivi stabilitasi. Dove ne parla nell'opera: 3.160 (3.20) - 5.340 (5.28) - 7.470 (7.164) - 9.581 (8.42) - 10.632 (10.18)

i

Gofenà: Villaggio situato tra Bérot ed Efraim alla frontiera tra la Samaria dove si è rifugiato Gesù dopo che il sinedrio lo ha condannato. Questo villaggio è circondato dai grotte. È in una di queste grotte che Gesù incontra segretamente Giuseppe di Arimatea e Nicodemo 9.560 (8.21) quindi vi incontrerà il saforim Samuele, discepolo di Gionata ben Uziel venuto per fermarlo 9.561 (8.22).

Se ne parla anche in: 9.559 (8.20)


Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T