Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T

N.B.: i capitoli cliccabili si riferiscono a "L'Evangelo..."; i numeri fra parentesi al "Poema..."

Il primo numero si riferisce al volume, il secondo al capitolo.


i

Macheronte: la fortezza a 10 km dal Mar Morto, ricostruita da Erode il Grande vicino a delle sorgenti calde, residenza di Erode Antipa. Luogo di detenzione di Giovanni Battista che vi evade dopo che i discepoli hanno assoldato una guardia con il ricavato dei gioielli donati da Aglae 1.047 (2.7). Preso una seconda volta quando è arrestato per il tradimento di uno dei suoi discepoli, vi muore decapitato durante una festa di anniversario di Erode Antipa su richiesta di Salomè 4.270 (4.133).

Residenti: la corte di Erode Antipa e saltuariamente Salomè ed Erodiade. Mannaen, discepolo del Battista, che vi fa entrare i pastori della natività, essi stessi discepoli del Battista: Giovanni, Mattia e Simeone; Selma, la serva di Erodiade che riferirà la scena della decapitazione. Se ne parla nell'opera in: 1.047 (2.7) - 3.198 (3.59) - 4.266 (4.129) - 4.269 (4.132) - 4.270 (4.133) - 7.498 (7.194) – 7.499 (7.195)

i

Magdala: Elegante cittadina sulle rive del lago di Galilea dove Maria di Magdala possiede una casa. Abitanti o nativi: il bambino Beniamino, figlio di Zaccheo pescatore. Maria di Magdala.

3.183 (3.43) - 5.302 (4.168) - 7.448 (6.140)

i Magdalgad: Fara.
i Mageddo: Antica città forte ai bordi della pianura di Esdrelon. Abitanti o nativi: Ismael ben Fabi. Accenni nell'opera: 3.192 (3.53) - 5.335 (5.23)
i Masada: la città fortezza di Erode sulle rive del Mar Morto. Abitanti i nativi: Saul, figlio della nuora del vecchio Anania che viene abbandonato da lei per andare a seconde nozze con Gionata, un notabile erodiano. Gesù viene cacciato su istigazione di lei e predice che Masada avrà la stessa sorte di Sodoma e Gomorra poichè in questa città il decalogo è violato. Accenni nell'opera: 6.392 (6.82)
i

clicca per ingrandire

Matarea: luogo d'esilio della Sacra Famiglia in Egitto 1.036 (1.60). Oggi il suo nome è El Mataria "acque fresche" a 10 km dal Cairo, vicino all'areoprto attuale. Nell'opera se ne parla in: 1.036 (1.60 a 1.61) - 2.119 (2.86) – 2.133 (2.100) - 4.247 (4.110) - 9.586 (8.47)
i Meron, Lago di: piccolo specchio d'acqua in Alta Galilea. Personaggi: Giacobbe di Meron e la sua serva 2.110 (2.77); è il contadino che, pur avendo beneficiato di un miracolo da Gesù non ha avuto pietà di due orfanelli affamati. La benedizione si cambia così in maledizione 5.298 (4.162). Anna e Giuda; Maria e Mattia. Più tardi, è andando verso questo lago che Pietro sarà rimproverato da Gesù: "vade retro satana" 5.346 (5.34).
i

Modin: la città dove si trova la tomba dei Maccabei. É una strada insicura per via dei ladroni che vi fanno dei colpi di mano. Non lontano di là la truppa apostolica incontra dei ladroni tra cui Disma il buon ladrone. Gesù si indirizza loro e così non vengono derubati 3.223 (3.85).

Gesù risorto vi incontra una donna che si è fatta rapinare. 3.222 (3.84) - 8.524 (7.221)


Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T