Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T

N.B.: i capitoli cliccabili si riferiscono a "L'Evangelo..."; i numeri fra parentesi al "Poema..."

Il primo numero si riferisce al volume, il secondo al capitolo.


i Sefet: In alta Galilea ai piedi est del Monte Meron e a sud delle rovine di Hatsor. Personaggi: La mamma del piccolo Scialem vi aveva delle proprietà; i suoi intendenti Giovanni e Maria; Michele, Isacco, Ester e Giuditta 9.584 (8.45). É sulla via da Sefet che Gesù, male accolto a Corozim, dice la parabola del fico sterile. 5.338 (5.26)
i Sicaminon: porto ai piedi del monte Carmelo (oggi Haifa). 4.250 (4.113)
i Sichem: città importante al centro della Palestina, nelle colline di Efraim, vicino al monte Garizim, nell'Alta Galilea. É sul territorio di Sichem che si trova Ennon, dove si rifugiò il Battista ricercato 3.211 (3.73). É il primo sito di Palestina menzionato nella Genesi. Vi si accampò Abramo e Giacobbe che vi sotterrò i suoi idoli stranieri. Sichem divenne la città principale dei Samaritani che vi eressero un Tempio sul monte Garizim. Personaggi: Fotinai la samaritana. Samaritano con moglie ebete. Ruben e fratellini. Citazioni nell'opera: 3.193 (3.54) -3.211 (3.73) - 7.483 (7.178) - 7.484 (7.179) - 8.553 (8.14) - 9.557 (8.18) - 9.563 (8.24) - 9.564 (8.25) - 9.566 (8.27) - 9.570 (8.31) - 9.571 (8.32) - 9.572 (8.33) - 9.573 (8.34) - 9.576 (8.37) - 9.581 (8.42)
i Sidone: Una madre, sul punto d'essere ripudiata dal marito Daniele a causa del loro bambino nato cieco, si mette in cerca di Gesù e lo trova nel territorio di Neftali in un paese vicino a Giscala, che per la sua posizione potrebbe corrispondere all'odierna Sasa. Ottiene miracolo di vista per il bambino e riconciliazione col marito. Dopo la Sua risurrezione Gesù appare a Sidone al bambino. 4.250 (4.113) - 4.252 (4.115) - 4.266 (4.129) - 5.331 (5.19) - 7.457 (6.149) - 7.473 (7.167+7.168) - 10.632 (10.18)
i

Silo: centro religioso antico. Luogo dove fu eretta la tenda dell'incontro nei primi giorni della conquista del paese di Canaan dagli israeliti (Giosué 18,1) e il principale santuario israelita ai tempi dei Giudici (Giudici 18,31). All'epoca di Eli e i suoi figli, la tenda era stata rimpiazzata da una struttura permanente dove era celebrato un culto centralizzato (1Samuele 1,9). Il santuario fu in seguito trasferito a Nobe e Silo cessò di essere un centro religioso. Gesù vi dà la parabola dei cattivi consiglieri 9.569 (8.30). Altri accenni nell'opera: 3.194 (3.55) - 5.362 (5.52) - 9.571 (8.32) - 9.572 (8.33) - 9.573 (8.34) - 9.581 (8.42)

clicca per ingrandire

i

La valle di Siloan nel 1866 secondo Francis Firth

Siloan (Siloe): quartiere basso di Gerusalemme e luogo detto la valle del Cedron. Siloan ou Siloe designa un insieme di luoghi raggruppati nello stesso punto: la torre di Siloe, che è crollata causando la morte di 18 persone, doveva essere al di fuori delle mura di Gerusalemme. - La piscina di Siloe dove Gesù invia il cieco-nato, Sidonia soprannominato Bartolomai, a purificarsi. - Il luogo detto Siloan, dall'altra parte del Cedron, sul fianco diruto del Monte dello Scandalo le cui grotte servivano da rifugio ai lebbrosi. Uno di essi è Simone Zelote che, guarito da Gesù, diverrà apostolo. - Una fontana vicina dev'essere situata da un lato o dall'altro di questa valle incassata del Cedron. Abitanti o nativi: Simone Zelote quando era lebbroso. Sidonia, il cieco-nato. Siloan è ora un quartiere di Gerusalemme di 50.000 abitanti. Se ne accenna nell'opera in: 3.199 (3.60) - 7.495 (7.191) - 8.510 (7.207)


Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T