Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T

 

N.B.: i capitoli cliccabili si riferiscono a "L'Evangelo..."; i numeri fra parentesi al "Poema..."

Il primo numero si riferisce al volume, il secondo al capitolo.


i Abelmain: la città dell'avaro. L'avaro che voleva imporre a Gesù di condannare il fratello che non voleva dividere con lui l'eredità era originario di questo luogo: "chi mi ha costituito giudice fra voi?" 4.276 (4.140).
i Acor: nome di una valle a sud di Gerico. Gesù vi passa per andare a Doco e poi a Gerico 6.379 (5.69).
i Acqua Speciosa: proprietà di Lazzaro, vicino a Efraim e Gerico, sulle rive del Giordano. É un rustico caseggiato molto basso e largo dove si ritira Gesù con gli apostoli nel suo primo anno di vita pubblica. Qui inizia la vita in comune degli apostoli. Abitanti o nativi: Asrael, il bambino discepolo. Dina, guarita da un ittero; Timoneo di Aera, capo della sinagoga; il custode della proprietà di Lazzaro e la sua famiglia. Qui ha luogo la conversione di Aglae, perseguita da un gruppo di farisei, e qui Gesù accoglie dei perseguitati come Timoneo, il capo della sinagoga, e Giuseppe di Emmaus accusato di incesto. Altri personaggi: Cleofa. Doras. Filippo d'Arbela. Giovanni bambino. Marianna di Doco. Ciclo di prediche sul Decalogo da 2.117 (2.84) a 2.133 (2.100) - 9.566 (8.27).
i Acron: è citata ma non visitata. La più a nord delle 5 principali città filistee.
i Aczib: porto cananeo dove ritorna la delegazione di apostoli che ha accompagnato Sintica e Giovanni di Endor ad Antiochia dove fonderanno la comunità cristiana. Punto di incontro tra Gesù che ha trascorso la settimana da solo in preghiera e una delegazione di apostoli inviati per la prima volta a predicare da solo. Altri personaggi: Anna pastore; Tito maniscalco. 5.325 (5.13) - 5.326 (5.14)
i Adamah: il guado miracoloso alla confluenza dello Yabboq col Giordano 5.361 (5.51). Come Giosuè, Gesù arresta il corso dell'acqua per far passare gli Apostoli. Abitanti o nativi: Melchia, il traghettatore e i suoi figli. Più tardi, Egli guarisce un sordomuto toccandogli la bocca e le orecchie: "Effata!" 6.419 (6.110).
i Adomin, Monti: colle poco sicuro tra Gerusalemme e Gerico. Non è un luogo di buona reputazione se si crede a Filippo che si ricorda: "... la volta in cui fummo assaliti io e tutta la mia famiglia con molti altri di Betsaida su queste alture di Adomin!" 3.224 (3.86). Quanto a Pietro, egli è atterrito all'idea che Gesù vi possa salire da solo a pregare: "Solo? Ah, no! Sull'Adomin tu non ci vai solo, con tutti quei ladri che sono in agguato!..." 6.379 (5.69). Secondo la tradizione è il sito in cui il buon samaritano della parabola soccorre il malcapitato. Gesù vi raccoglie degli orfanelli catturati dai ladri 8.553 (8.14) Ruben e fratellini. Altre citazioni anche in: 6.379 (5.69) - 8.548 (8.8) - 8.550 (8.11) - 8.553 (8.14) - 9.579 (8.40)
i Aera: città del Golan attuale, anticamente Aram, che era nella tetrarchia di Filippo. Abitanti o nativi: Timoneo, il capo della sinagoga dell'acqua speciosa e sua madre. 5.296 (4.160) - 5.297 (4.161) - 9.575 (8.36)
i Afec della Decapoli: città rurale a est del lago di Galilea. Personaggi o nativi: Sara di Afec e i suoi servitori: Samuele, il vecchio intendente; Elia, il suo aiutante, guarito da una cancrena da Gesù 7.455 (6.147); Giuseppe, il servo maldestro; Maria e Giovanna, le serve. Se ne parla in: 7.456 (6.148) - 7.457 (6.149)
i Alessandroscene: guarnigione romana a sud del Libano attuale. Abitanti o nativi: Alba; Anna; Aquila il triario romano; Azio; Caio; Filippo; Elia e Daniele, i 3 fratelli di Ermione di Dositea; Sira, che parte alla ricerca di Gesù. Gesù prende alloggio negli empori dei tre fratelli di Ermione già incontrata dagli apostoli ad Antigonio, e vi opera alcuni miracoli 5.328 (5.16) - 5.329 (5.17). Madre con bambina paralizzata cerca Gesù, che incontrerà poi alle falde della Scala di Tiro. Gesù racconta la parabola degli operai dell'ultima ora davanti a una folla cosmopolita, ma urta le sensibilità e deve fuggire dalla città sotto la protezione dei romani.

Altre citazioni in: 7.474 (7.169) - 8.534 (7.231) .



i

Fortezza Antonia: sede di una guarnigione romana; di forma rettangolare e al nord-ovest del tempio di Gerusalemme. Residenti: legionario Alessandro, Longino, Procolo, medico dell'Antonia; Quintilliano, il graduato di Cesarea Marittima; Quinto Felice, legionario; altri legionari incontrati: Basso, Licinio, Marco Grato, Vitale. Temporaneamente Ponzio Pilato, Claudia Procula e i Romani. La fortezza è situata su una roccia alta 27m. che domina i dintorni. Questo palazzo rettangolare di 160m x 135, conteneva appartamenti, corsi, alloggi militari, bagni. Le sue mura si ergevano a 21m sulla roccia di Bézatha su cui era costruito. Agli angoli spiccavano le torri, 3 delle quali erano alte 27m, mentre la 4a dominava il tempio di 35m. Un canale profondo, a volte rivestito di pietre levigate, separava la cittadella dalla collina di Bezetha. Delle porte per le guardie e una scala collegavano l'Antonia ai portici nord e ovest del Tempio. Alla sua porta orientale, un passaggio sotterraneo, sul quale Erode elevò una torre, sboccava all'interno del tempio. Una legione romana sorvegliava i portici del tempio, soprattutto in occasione delle feste giudaiche, per impedire le violenze del popolo. I romani vi risiedevano almeno saltuariamente. La fortezza comportava anche un giardino poichè Giuda e Simone zelote vi hanno un incontro con i romani e Claudia Procula 6.393 (6.83). É probabilmente in uno dei suoi cortili che Ponzio Pilato incontrerà e condannerà Gesù. 1.041 (1.68) - 2.115 (2.82) - 3.199 (3.60) - 3.204 (3.65) - 3.206 (3.68) - 3.225 (4.87) - 6.364 (5.54) – 6.368 (5.58) - 6.400 (6.89) - 9.596 (9.15)


i Antigonio: località non lontana da Antiochia dove Lazzaro aveva una proprietà in cui saranno inviati Giovanni di Endor e Sintica per sottrarli alle persecuzioni dei farisei. Luogo iniziale della fondazione della comunità cristiana di Antiochia. Altri personaggi: Ermione. Tolmai. Se ne parla in: 5.323 (5.11) - 7.461 (6.153).
i Antiochia: abitanti o nativi: Alfeo di Antiochia - Amicléa - Anna di Tolomeo - Berenice - Cassio - Cornelio – Filippo, intendente di Lazzaro - Zenone, il ricco mercante greco. Per gli apostoli, questa capitale della provincia romana di Siria era in capo al mondo. Teofilo, il padre di Lazzaro, Marta e Maria, ne fu il governatore. Gesù vi invia Sintica e Giovanni di Endor, perseguiti dai giudei con la complicità di Giuda. Essi si rifugiano in una delle ultime proprietà possedute da Lazzaro e vi fondano una delle prime comunità cristiane. Nella missiva che Sintica invia a Gesù è ben descritta la città di allora che corrisponde ai recenti ritrovamenti archeologici.


Altre citazioni in: 5.322 (5.10) - 7.461 (6.153) - 10.632 (10.18)
i Antipatris: tra Joppe e Arimatea.
i Arbela della Decapoli (attualmente Abila): abitanti o nativi: Filippo e i suoi parenti tra cui Giacobbe suo padre. Marianna di Eliseo, madre di Giuda (non L'Iscariota). Marco, l'amico di Filippo. Situata nella Decapoli, al centro di una pianura circondata da un cerchio di colline. Gesù invita all'universalità della salvezza di tutti i popoli una folla lì riunita dall'azione dei suoi discepoli tra cui Filippo, e compara la ricostruzione del Tempio dei tempi di Esdra e di Neemia alla ricostruzione dell'anima. Vi avvengono numerose guarigioni.

Se ne parla ancora in: 4.295 (4.159) - 7.497 (7.193) - 9.575  (8.36)

i      i


Arbela della Galilea: Luogo desertico sulle cui montagne avvenne l'elezione apostolica 3.164 (3.24). Altre citazioni in: 3.165 (3.25) - 7.499 (7.195)


i Arimatea: è nel corso di un Banchetto da Giuseppe d'Arimatea che Gesù incontra dei sinedristi tra cui Gamaliele. Alcuni gli saranno favorevoli ed altri irrimediabilmente ostili. Personaggi: Abramo contadino; Giovanni di Gaas; Giuseppe d'Arimatea. Citazioni in: 2.114 (2.81) - 2.141 (3.1).
i Ascalona: città sulla costa sud della Palestina tra Giaffa e Gaza. Gli apostoli si disperdono per la città per predicare ognuno per conto suo. Giuda si fa scacciare a colpi di pietre a causa di una predica particolarmente aspra. Giovanni converte Ermasteo, un pescatore che diverrà discepolo. Alessandro bambino. Anania. Dina. Altre citazioni in: 3.217 (3.79) - 3.218 (3.80) - 3.219 (3.81)
i Atarot: Alla frontiera di Efraim. La truppa apostolica la sorpassa nel suo viaggio verso Gerusalemme nella seconda Pasqua. 3.195 (3.56)
i Auranitide (Auran): regione situata ai confini nord di Galaad e a sud di Damasco. Per i fatti principali vedere Bozra. Se ne parla in: 4.291 (4.155) - 4.292 (4.156) - 4.293 (4.157) - 5.328 (5.16) - 5.339 (5. 27) - 5.356 (5.46) - 5.358 (5.48)
i Azeco: durante un viaggio apostolico dalla Giudea verso la Filistea Gesù descrive il panorama storico della valle del Terbinto. Ricordo dell'uccisione di Golia da Davide. 3.215 (3.77).
i Azoto: una delle 5 principali città filistee. Sede del culto di Dagon. Vicina a Magdalgad dove Gesù riduce in cenere un idolo. 3.220 (3.82) - 6.405 (6.94)

Per vedere altre cartine con evidenziata l'ubicazione dei luoghi, cliccare sulle seguenti lettere dell'afabeto:

A  B  C  D  E  G  I  J  K  L  M  N  P  R  S  T