Fabia, bambina inerte e ebete guarita da Gesù sulla via da Gerico a Betania 9.580.
Farà di Bozra, oste 4.292 - 4-293.
Farà di Magdalgad, capo del paese pagano. Sua moglie non può dare alla luce un figlio e sta per morire. Gesù incenerisce gli idoli, fa nascere il bambino e se ne va con un caprone nero 3.220.

Farà e Tamar di Petra, figli d'un trasportatore di merci, che incontra Gesù presso Esebon e chiede grazia per i figli 7.499. Mentre Gesù va sul monte Nebo, il padre torna a Petra a prendere Farà cieco e Tamar quasi cieca, raggiunge Gesù dopo 10 giorni e ottiene miracolo per i figli 8.501.
Farisei. I farisei erano membri d'un partito religioso-politico uscito dalla trasfor­mazione della setta degli assidei, sorta per sostenere con la più rigida morale e la più intransigente ubbidienza la Legge di Mosè e lo spirito di indipendenza del popolo ebraico, quando il partito ellenista formatosi per le pressioni iniziatesi al tempo di Antioco Epifane cominciò a minare lo spirito religioso e la fedeltà alla tradizione e a diffondere rilassatezza dei costumi. In opposizione ai sadducei, che erano i modernisti e progressisti di allora, i farisei difendevano "la tradizione dei padri", la risurrezione della carne e la sopravvivenza dell'anima. Col passar del tempo però si perdettero sempre di più in sottigliezze normative della Legge, e finirono per soffocare completamente la chiarezza lineare del Decalogo sotto un groviglio di prescrizioni pesanti e impraticabili 9.596.
Fattore dell'Acqua Speciosa con famiglia 2.118 - 2.127 - 2.135 - 2.137 - 2.138.
Faustina, figlia di Valeria, salvata da Gesù a Cesarea Marittima 2.155. Faustina da Gesù a Nobe 8.531.

Felice, fariseo astioso al convito di Giuseppe d'Arimatea 2.114. Al Tempio 2.115. Nella casa di campagna di Caifa 8.535.
Feste ebraiche. Le feste principali erano: la Pasqua d'Azzimi, la Pentecoste, i Tabernacoli e le Encenie. Le tre prime richiamavano la presenza degli israeliti adulti al Tempio di Gerusalemme 7.475 - 9.560, la quarta invece veniva celebrata di preferenza in famiglia. La ricorrenza di queste feste aiuta a ritrovarsi nella cronologia degli eventi durante gli anni della vita pubblica di Gesù.
   - La Pasqua (da "pesah" = passaggio) era la festa più importante dell'anno, che ricordava la liberazione del popolo ebraico con l'esodo dall'Egitto. Veniva celebrata nel plenilunio di Nisan, 14 giorni dopo il capo-danno, con l'agnello pasquale e il pane degli azzimi, cioè senza lievito. Per coloro che rimanevano impediti di attendere alla Pasqua in questo giorno, era ammessa la celebrazione della Pasqua supplementare il quattordicesimo giorno di Ziv, cioè del mese successivo. 10.636.
   - La Pentecoste ricorreva cinquanta giorni dopo la Pasqua, cioè dopo lo scadere di 7 settimane dalla sua data. Veniva celebra­ta con le primizie del raccolto all'inizio della mietitura.
  - I Tabernacoli o festa delle Capanne cadeva in autunno alla fine dei raccolti ed era di ringraziamento al termine dell'anno agricolo. In un precedente calendario, non più in uso, questa festa segnava il passaggio all'anno nuovo, che poi fu spostato alla primavera.
  - Le Encenie, festa dei lumi, o della Purificazione o Dedicazione del Tempio, era stata istituita da Giuda Maccabeo nel 164 a.C. per ricordare la purificazione del Tempio e l'erezione del nuovo altare degli olocausti. Veniva celebrata il 25 Casleu (Dicembre), giorno in cui poi nacque la Luce del Mondo. 1.029 - 2.132 - 2.136 - 3.207 - 5.303 - 8.526 - 8.532 - 8.535 - 8.537 - 8.538.
Filippo di Antiochia, intendente di Lazzaro per i feudi di sua madre Eucheria in Siria. Berenice sua moglie, Tolmai suo nipote 4.285 - 5.313 - 5.322 - 5.324.
Filippo apostolo, di Betsaida 1.050 è sposato e ha due figlie. La moglie si chiama Maria. La figlia maggiore si consacra vergine 4.241, quella minore la segue 6.370. Filippo è molto amico di Natanaele, chiamato più spesso Bartolomeo, apostolo 1.050 - 5.338 - 6.370.
Filippo di Arbela, figlio di Giacobbe. Sua madre dall'Alta Perea cerca Gesù all'Acqua Speciosa e con molte lacrime gli chiede miracolo di conversione per il figlio scapestrato 2.122 - 4.282. La conversione avviene totale e Filippo diventa discepolo generoso, perseverante ed esemplare 4.292 - 4.293 - 4.295 - 5.296 - 10.634. Accompagnerà Sabea ad Aera 8.525.
Filippo di Canata: Giovane ricco.
Filippo Erode, Tetrarca, figlio di Erode il Grande, regnava sull'Iturea, la Traconite, Gaulanite, Batanea ed Auranite 2.103. Gesù nel suo castello a Cesarea di Filippo 5.345.
Flavia, libertà romana, stenografa al seguito di Plautina. Usa delle tavolette cerate per i suoi appunti 3.204 - 6.370 - 6.371.
Fotinai di Sicar, samaritana al pozzo di Giacobbe. Suo incontro con Gesù 2.143. Sua conversione 2.147 - 9.571 - 9.572. Gesù la ricorda 9.600. Il suo nome è ricordato su un quadretto appeso nelle cappella attuale del pozzo di Giacobbe.
Fuga in Egitto: Andata 1.035. Ritorno 2.136.